4 min readMC64 Cart (Mongooseman design)

Assemblaggio di una MC64 

Quest’oggi abbiamo il piacere di illustrarvi la splendida MC64, dalla famiglia delle Magic Desk.

Abbiamo già visto alcune foto della scheda assemblata su Instagram @Picoelements , ma non ne abbiamo visti i componenti nè il completamento con il suo plexy.

Supporta sino a 256K di memoria EPROM in una compilation di programmi formato .prg. Abbiamo già trattato ampiamente nell’articolo relativo alla creazione di una multicart, il procedimento per costruire una cartridge che potesse ospitare molteplici giochi selezionabili da un menu’, piu’ o meno articolato e complesso. Andiamo invece ad esaminare la cartridge assemblata, un po’ piu’ da vicino.

Il PCB è elegante, semplice, con pochi componenti necessari ma di pregio. Rispecchia lo standard Magic Desk, manca solo di uno switch su EXRom per poter lanciare giochi che lo necessitano come alcuni Ocean.

Il design , idea personale di Mongooseman, viene poi realizzato da Dale di DDI Projects. Di questo progetto si apprezza molto lo ZIF, particolare come pezzo, non un comune ZIF socket, che porta nella parte inferiore i pin da stampato PCB. Pronto quindi per essere saldato.

A sinistra possiamo notare un 74HCt02 ed un 74HCT174 in socket. Il motivo per il quale lo vediamo in socket è semplicemente perchè avevamo finito gli 74AHCT174N, quindi sostituiti dai 74HCT, non advanced. Il cambio non ha influito sul progetto, gli IC sono identici a meno di qualche protezione, ma Mongooseman ha suggerito comunque di provarli in socket per sicurezza.

Il vantaggio di questo prodotto e’ chiaramente la possibilita’ di testare le nostre eprom senza sforzi particolari. I prodotti Aries, di ottima qualita’, permettono di dare lustro alla lista componenti e di creare qualcosa di prezioso oltre che funzionale.

Sopra viene sconsigliato il push button a led, per questo sostituito da un normale NKK GB-15 che pur non avendo le stesse peculiarita’ rimane esteticamente molto carino con la sua leva bianca corpo nero.

Apprezziamone sotto qualche immagine nuda su piano da taglio

 

Con switch NKK G-12

 

Il fascino VISHAY e TDK. La scritta DALE sui resistori riporta al produttore (DDI).

 

Neanche troppo ingombrante, Ne apprezziamo la pulizia e la corretta disposizione.

 

Rifiniture ENIG e zoccoli a tulipano rigorosamente gold-plated.

 

 

La particolarita’ che potete notare e’ l’orientamento della EPROM, che va posta con il pin UNO verso il Commodore, quindi verso il basso ed il pin quattordici (nel caso diuna 28 pin), verso l’alto. Va in pratica messa al contrario rispetto il layout della cartuccia, lasciandola “attaccata” in alto.

 

Successivamente ai test e alle varie prove abbiamo messo l’acrilico fornito da Mongooseman, sotto alcune foto della cartridge assmblata e in prova con Galencia.

 

MC64 in oro stampato sul PCB, in alto 🙂

 

Vista frontale dalla tastiera del Breadbin

 

Vista frontale luce intensa del led applicato. Da notare il cambio luce da blu a bianco applicando il plexy verde sopra.

 

Switch laterale in vista ed Eprom Galencia sopra in test

 

Altro elemento interessante lo switch laterale, un NKK con led incorporato. Ha la funzione di distinguere nel caso montiamo EPROM a 32 pin oppure a 28 pin.

Qui alcune foto con diversa focale senza il plexy.

 

Visione frontale da tastiera , con LED power e switch . Ricordiamo che e’ stato posto un mini vertical expander al fine di poter mettere le cartucce in verticale senza infilarle alla cieca nel breadbin.

 

Switch laterale da vicino, si nota il verde anche sotto lo switch stesso, tramite riflesso sullo ZIF.

 

Dettaglio dello switch da sopra. Si nota la luce del led che esce da sotto e che illumina la leva superiore.

 

Dettaglio vicinissimo di un componente di elettronica che ci e’ davvero piaciuto molto 🙂 Un po’ meno per il costo eheh. Ma una PCB bella e di pregio non puo’ costare poco 😉

 

Qui abbiamo infine una vista piu’ chiara del plexy appena montato.

 

 

 

 

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Redazione PicoE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.